Riceviamo e pubblichiamo:

Comunicato stampa

 Si terrà a Napoli, dal 3 al 10 agosto 2016, il Primo Campus Internazionale di Mandolino.  Inserito nella manifestazione Estate a Napoli promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, attività didattiche, eventi, concerti, avranno luogo tra la ex chiesa di  San Severo al Pendino in via Duomo e la Casa del Mandolino, nuova sede dell’Accademia Mandolinistica Napoletana sita in piazza Museo Filangieri  247 (via Duomo).

 

L’iniziativa promossa dal presidente dall’Accademia Mandolinistica Napoletana Mauro Squillante che al di là di Napoli, sua città di origine, dove grazie a questa iniziativa e ad un progetto sviluppato e ancora in crescita  ha determinato un punto fermo per la Scuola napoletana di Mandolino, ha all’attivo ottimi riscontri con  mandolinisti del panorama mondiale.

Un’osmosi che ha già visto risultati concreti in Europa, dalle ricche stagioni concertistiche alla proficua collaborazione con il Conservatorio di Vienna e che trova, nell’idea di Mauro Squillante, risultati concreti con l’attività didattica in programma a Napoli per il prossimo agosto.

Registrate presenze di allievi provenienti da tutto il mondo, dal Canada all’Australia, dalla Croazia all’Inghilterra, che nella città in cui il Mandolino sposa la sua storia e la sua identità, avranno modo di approfondire e studiare, con i maestri che vi si dedicheranno, svariati aspetti della musica a plettro.

Un programma fitto di lezioni, collettive e individuali, approfondimenti storico-culturali, concerti ed eventi dedicati.

Ad occuparsi dell’attività didattica saranno insigni maestri della musica a plettro:

Leonardo Leospalluti, direttore d’orchestra a plettro, chitarrista e mandolinista.

In uno degli eventi in programma, presenterà  il suo ultimo disco Avison; Davide Rebuffa, grande esperto di mandolini storici, fra i pochissimi mandolinisti contemporanei che suonino i mandolini storici con la tecnica indicata nei documenti dell’epoca. Lorenzo Marino, direttore napoletano, nonché noto conoscitore della chitarra classica nella funzione di accompagnamento nella musica a plettro e per l’esecuzione della musica classica napoletana. Mauro Squillante, mandolinista di fama internazionale, esperto di  strumenti antichi nell’ambito della musica a plettro.  Gianluca Campanino, esperto di Musica antica nonché di Oud: per questo strumento ha tenuto, in qualità di docente, il primo corso ufficiale in Italia. Terrà, per gli allievi del Campus, lezioni sui Plettri del Mediterraneo.

 

In calendario previsti anche eventi serali per l’Estate a Napoli, tra cui il concerto, in programma l’8 agosto alle 21 a San Severo al Pendino,  su Le città invisibili di Italo Calvino,  progetto realizzato da Mauro Squillante e Sante Tursi.

Composizioni originali e dedicate, grazie ad una mobilitazione mondiale di compositori che hanno aderito al progetto, con cui interagiranno le letture di due attrici in due lingue diverse, italiano e inglese: Francesca Morgante e Susanna  Ingram.

 

Stessa location per il saggio conclusivo di musica di insieme con protagonisti gli allievi del Campus, previsto invece il 9 agosto alle 18.

Eventi di approfondimento come Napoli nella seconda metà del XVIII secolo, con ricerca storico-musicologica sulle fonti ancora oggi inesplorate, analisi del repertorio mandolinistico barocco napoletano e tanto altro saranno curati da Anna Rita Addessi (Università di Bologna), Lars Berglund (Università di Uppsala, responsabile Collezione GIMO), Mauro Squillante (AMN e Conservatorio di Bari) e da Davide Rebuffa.

 

In occasione della manifestazione di Mandolini sotto le stelle, evento di punta dell’Accademia Mandolinistica Napoletana che avrà luogo in Piazza del Plebiscito il 10 agosto, gli allievi parteciperanno ad uno dei momenti del grande e atteso concerto.

 

Per gli eventi serali previsto ingresso a pagamento.

 

Per info e prenotazioni

3885823343/3406179125

 

Riferimenti

casadelmandolinonapoli@gmail.com

Annunci