Riceviamo e pubblichiamo:

 

MUSICA ALLA REGGIA- Omaggio al Luglio musicale di Capodimonte

I  edizione

Partenope in salotto:

dalle arie da camera alla canzone napoletana

(31 luglio)

 

 

Domenica 31 luglio, alle ore 19 i visitatori di Capodimonte potranno assistere all’ultimo appuntamento della rassegna MUSICA ALLA REGGIALuglio musicale a Capodimonte, una serie di concerti eseguiti dagli allievi e dai docenti del Conservatorio San Pietro a Majella nei prestigiosi ambienti del Museo e Bosco di Capodimonte, possibile grazie al sodalizio artistico tra Elsa Evangelista, direttore del Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli e Sylvain Bellenger, direttore del Museo di Capodimonte, inaugurato in primavera con la rassegna di concerti in doppia esecuzione per l’anno paisielliano 2016.

 

Il concerto conclusivo offrirà un incontro intorno al ruolo di Napoli nella storia della musica: Partenope in salotto: dalle arie da camera alla canzone napoletana, concerto in cui il soprano Clarissa Costanzo e il basso Mariano Buccino, già applauditissimi nei precedenti appuntamenti, accompagnati da Antonio Maione al pianoforte, offriranno un viaggio nel repertorio storico da quello reservato delle arie da camera a quello affascinante della canzone partenopea di autori tra cui Vincenzo Bellini, Francesco Paolo Tosti, Saverio Mercadante, Gaetano Donizetti, Giuseppe Cioffi, Guglielmo Cottreau e Luigi Denza.

Oggi come nel passato, a Napoli si può percepire la peculiarità di un soundscape unico al mondo. La rassegna dei concerti a Capodimonte insiste sul ruolo di Napoli capitale come punto di riferimento nella cultura e nella musica europea, vista come la città ideale culla di una scuola musicale universalmente riconosciuta. Il rapporto tra il mondo intellettuale francese e il prodotto culturale che Napoli offriva era molto vivace nel pieno Settecento, quando attraverso il Grand Tour la città divenne mèta dei viaggiatori e dei musicisti che volevano toccare con mano la unicità e la bellezza della scuola musicale di Napoli. Anche Mozart rimase affascinato da Napoli dal suo teatro musicale e tutti i compositori che saranno ascoltati nella programmazione di Capodimonte rivelano un forte legame, diretto o indiretto, con la città partenopea.

 

 

 

Antonio Maione si è diplomato in pianoforte con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Carlo Alessandro Lapegna, e ha studiato composizione con Gaetano Panariello e direzione d’orchestra con Francesco Vizioli, diplomandosi in Musica corale e direzione di coro e in Direzione d’orchestra. Ha seguito inoltre corsi di perfezionamento tenuti da Donato Renzetti per la direzione d’orchestra e Irwin Gage per la musica vocale da camera.
Nel 1989 ha debuttato come pianista solista al Teatro di San Carlo di Napoli nello spettacolo Nijinskij con Carla Fracci: inizia così una lunga collaborazione artistica con la grande danzatrice che lo vedrà impegnato come pianista e maestro sostituto in importanti teatri come La Fenice di Venezia, il Lirico di Milano, il Filarmonico di Verona, il Verdi di Firenze, l’Olimpico di Vicenza ed altri. Ha lavorato al fianco di celebri cantanti come Mariella Devia, Leyla Gencer, Katia Ricciarelli e Luciana Serra. Ha inoltre collaborato con Roberto de Simone come pianista e maestro sostituto.
Svolge attività concertistica come pianista e direttore d’orchestra.
Ha recentemente collaborato con il Theatre du Rhin di Strasburgo per Matrimonio segreto di Cimarosa. Insegna Accompagnamento e Collaborazione al Pianoforte presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli.

 

L’ingresso ai concerti è libero.

Il concerto si terrà all’aperto nella zona del Belvedere, con la splendida vista sul golfo di Napoli.

 

Annunci