Ieri sera Domenica 28 gennaio, alle ore 20.00 a Palazzo Zevallos Stigliano in v. Toledo 185, per la stagione della Fondazione Pietà de’ Turchini, si è svolto il Concerto dal titolo “Entre Italia y España” con la partecipazione dell’ensemble “I Bassifondi” formato da Simone Vallerotonda (tiorba, chitarra e direzione), Stefano Todarello (colascione e chitarra), Gabriele Miracle (percussioni) Le influenze della presenza spagnola nell’Italia del Seicento, definiscono i colori di un quadro musicale che dialoga costantemente tra i chitarristi e i liutisti delle due penisole. Prestiti, scambi e mode riecheggiano e si fondono in un grande fiume di note, ritmi, forme di danza, sulla base di un comune fine, tutto barocco: la Meraviglia!

Il ritmo e stata la chiave interpretativa del concerto di ieri sera. Le antiche chitarre, gli alfabeti musicali imperanti dal periodo tardo rinascimentale a quello pre- barocco sono stati i riferimenti delle composizioni ascoltate ieri. Gli autori proposti sono tutto accomunati dalla necessità di esprimersi nell’improvvisazione continua che si tramuta poi in una partitura, se ritenuta valida e rielaborabile per altri contesti. Questo è il fil rouge che unisce gli autori italiani e spagnoli che sentivano questa nuova onda artistica che li stimolava al comporre questi brani che sono già proiettati nella modernità tanto il ritmo e la melodia ci sembrano vicini. Un ottimo ensamble, molto originale, questo dei “Bassifondi”, un programma proposto davvero interessante e ben eseguito. Questi musicisti possono dialogare con l’antico ma senza perdere di vista la modernità e la sperimentazione. Non è un caso infatti che il brano finale è stato contaminato dal sassofono sempre di qualità di Daniele Sepe artista che sa interpretare al meglio un percorso che fonda passato e presente con forza e gusto. Bellissimi i brani di de Murcia, di Kapsberger e Sanz.

Una serata di musica ricercata e raffinata, che ci ha donato un piacevole ascolto, dove le armonie generate dagli strumenti ha incantato il pubblico presente che ha tributato il meritato successo a questo Ensamble di talenti. Ottima scelta della Direzione Artistica di questa Rassegna della Fondazione Pietà de’ Turchini che ogni anno ci sorprende e diffonde proposte culturali di qualità.

Programma

  1. P. Foscarini: Gagliarda francese

                           Passacaglio per la O

                           Aria di Firenze

  1. Kapsberger: Toccata II

                           Sfessania

                           Passacaglia

  1. Sanz: Jacaras
  2. Corbetta: Folias
  3. Piccinini: Partite sopra l’aria francese
  4. M. Bartolotti: Passacaglia per la D
  5. Carbonchi / S. de Murcia: Mariona
  6. de Murcia: Cumbées
  7. Sanz: Canarios
Annunci