Per l’ASSOCIAZIONE ALESSANDRO SCARLATTI al Teatro Sannazaro di Napoli il notevolissimo concerto delQuartetto EosDavide Alogna, violino eEnrico Pace, pianoforte

Questa sera giovedì 26 gennaio 2023, alle ore: 20:30 per
L’ASSOCIAZIONE ALESSANDRO SCARLATTI al Teatro Sannazaro, in via Chiaia 157, a Napoli si è svolto il notevole concerto con
Davide Alogna, Enrico Pace, e Quartetto Eos

Quartetto Eos

special guest

Davide Alogna, violino

Enrico Pace, pianoforte

Programma:

Franz Joseph Haydn – Quartetto per archi n. 32 in do maggiore, op. 20 n. 2, Hob: III:32;

Ernest Chausson – Concerto in re maggiore per violino, pianoforte e quartetto d’archi op. 21

Stupendo programma, ottime interpretazioni un insieme di musicisti di grande spessore. Senso del tempo formidabile, attacchi perfetti e tanto tanto equilibrio che rende un ensamble così composto una meraviglia musicale. Le note scorrono con semplicità ed eleganza e le due proposte musicali di Haydn in sontuoso quartetto energico con classe e di Chausson in egregio sestetto.con piano e violino strepitosi, capolavori assoluti del genere assumono forma esatta dei desiderata degli autori. Tanta ricerca, tanto lavoro e dei curriculum di grande spessore per questi ottimi artisti che ne certificano la garanzia di alta qualità della proposta culturale formulata. Tantissimi applausi meritatissimi per tutti da parte del folto pubblico intervenuto questa sera. Bis richiesto e concesso di Mendelssohn. Serata di ottima musica e complimenti per le sempre indovinate scelte della direzione artistica.

Pubblicità

Riprende la stagione della FONDAZIONE NAPOLITANO a Napoli conI concerti al Circolo Canottieri conI love cinema il bellissimo concerto de i Virtuosi di Sansevero in quartettoartista ospite:Antonio Tinelli, Clarinetto

Stasera mercoledì 25 gennaio 2023, alle ore: 20:00 per la rassegna della
FONDAZIONE NAPOLITANO al Circolo Cannottieri Napoli – Sala dei Trofei, Via Molosiglio 1 a Napoli
I concerti al Circolo Canottieri

I love cinema

i Virtuosi di Sansevero in quartetto con il bravissimo e talentuoso violinista Riccardo Zamuner

artista ospite:

Antonio Tinelli, Clarinetto

Programma musiche da film: Morricone, Piazzolla, Rota, Williams…

Presentazione piacevolissima del prof. Massimo Lo Iacono

Ottime esecuzioni un concetto veramente ben concepito come programma e come ensamble pensato. Bravissimi i musicisti ottima intesa e grande scelte su tempi e attacchi. Bello il programma ampio e accattivante. Particolarmente indovinati gli arrangiamenti ben sviluppati.

Tantissimo pubblico intervenuto questa sera per la prima, un sold out meritato. Tantissimi applausi per tutti i musicisti, grande successo, bis richiesti e concessi. Serata di ottima musica.

Per ilFESTIVAL BAROCCO NAPOLETANO al Museo Archeologico di Napoli lo stupendo concertoL’eco di PanTrio “l’eco di Pan”Domenico Di Gioia e Annalisa Freda, flautistiKeith Goodman, pianoforte

Oggo lunedì 23 gennaio 2023, alle ore: 18:00 per il
FESTIVAL BAROCCO NAPOLETANO al Museo Archeologico di Napoli, Piazza Museo Nazionale 19, a Napoli

Si è svolto lo stupendo concerto

L’eco di Pan

Trio “l’eco di Pan”

Domenico Di Gioia e Annalisa Freda, flautisti

Keith Goodman, pianoforte

Questo il Programma:

J.C. Bach, Trio Sonata in Sol magglore per due flauti e basso continuo

L. Vinci, Sonata In Re maggiore per flauto e basso contlnuo

G.P. Telemann, Sonata In fa maggiore flauto e basso contlnuo

G.P. Telemann, Fantasia n.10 per flauto solo

D. Scarlattl, Sonate K. 9/64/208/322 per pianoforte

F. Doppler, Andante e Rondò op.25 per due flauti e pianoforte

Un magnifico programma molto vario che ha abbracciato tempi e scuole diverse ma tutte collegate dal fil rouge della grande musica contaminata dal genio dei compositori dei 4 conservatori napoletani e che a loro volta erano in un continuum di autori che si ascoltavano e portavano innovazioni e bellezza nella musica. Bach, Domenico Scarlatti, Vinci sono dei veri giganti della musica e la loro opera ha dato il la allo sviluppo della musica moderna. Esecuzioni magistrali, bravissimo il Maestro Goodman che è anche direttore artistico della rassegna ed ottimi i maestri Di Gioia e Freda. Grande equilibrio, tempi quelli giusti, un armonia del suono bellissima anche l’acustica ha risposto con garbo all’eleganza del suono prodotto.

Tantissimo pubblico intervenuto questa sera, tantissimi applausi meritatissimi concessi a questi straordinari artisti, serata di ottima musica. Bis richiesto e concesso. Prossimo concetto il 6 febbraio si inizia alle 17,15 con il momento pianistico e alle 18 il Barocco.

Per la rassegna del GOLFO MISTICO alla Chiesa delle Crocelle iConcerti al Chiatamone”E.T.A. Hoffmann il visionario” la bellissima esibizione degli artistiIlaria Iaquinta, sopranoGiacomo Serra, pianoforte

Questa sera sabato 21 gennaio 2023, alle ore: 18:00 per la rassegna del
GOLFO MISTICO alla Chiesa delle Crocelle, Via Chiatamone 24, Napoli i
Concerti al Chiatamone riprendono con

“E.T.A. Hoffmann il visionario”

Ilaria Iaquinta, soprano

Giacomo Serra, pianoforte

musiche di: R. Schumann, J. Offenbach.

Con un bellissimo concerto grazie a due ottimi musicisti, riprendono i concerti del Golfo Mistico al Chiatamone. Un interessante e ben strutturato programma, molto belli i brani proposti di Offenbach e Schumann, Lieder e arie dove musica e letteratura si incontrano per creare un unicum artistico davvero notevole nei brani di Hoffmann. Eleganti e di grande qualità le esecuzioni, notevole la voce del Soprano, accompagnamento pianistico magistrale, intesa ed equilibrio perfetti, tempi quelli giusti. Nel programma anche due brani pianistici estratti dalla Kleisleriana Op.16 di Schumann.

Tanto pubblico intervenuto questa sera ha tributato moltissimi applausi meritatissimi per questi due artisti di grande valore. Bis richiesto e concesso, serata di ottima musica.

Il FESTIVAL BAROCCO NAPOLETANO alla Fondazione Mondragone a Napoli esplora “La Figura femminile nel ‘700 napoletano” il formidabile concerto dell’Ensamble Emanuela de Rosa Quartet

Questa sera venerdì 20 gennaio 2023, alle ore: 19:00 il
FESTIVAL BAROCCO NAPOLETANO alla Fondazione Mondragone, a Piazzetta Mondragone 18, a Napoli descrive
La Figura femminile nel ‘700 napoletano

Brani sulla figura femminile di origine popolare estratti da Villanelle drl ‘600 e da repertorio di Pergolesi innovatore anche nel sociale, brani estratti dall’opera ‘Lo frate nnammurato”, nell’interpretazione del formidabile Emanuela de Rosa Quartet.

Mezzosoprano: Emanuela de Rosa

Flauto: Adrianalfonso Pappalardo

Chitarra: Salvatore Scafarto

Contrabasso: Cristiano Pennone

Bellissime arie da opere e da Villanelle popolari del ‘600 proposte con eleganza e tanto impegno derivato dalo studio di fondi musicali e da ricerca di brani di tradizione di scuola musicale napoletana. Ottimo Ensemble, voce in perfetto equilibrio con strumenti molto avvolgenti ed in grado di trasferire insieme emozioni in musica di grande bellezza. Arie scelte davvero di grande presa sul pubblico che ha gradito tanto la musica proposta. Tantissimi applausi da parte del pubblico intervenuto, un successo chiaro e meritatissimo da parte di questi giovani talenti della grande tradizione di scuola napoletana non solo di composizione ma anche di esecuzione. Bis richiesto e concesso. Serata di grande musica.

Per l’associazione Alessandro Scarlatti il talentuoso Elia Cecino in un concerto di pianoforte di grande qualità

Riprende con un talentuoso pianista e dopo due sostituzioni per problematiche di salute degli artisti ptevisti stasera, la stagione della Associazione Alessandro Scarlatti. Ma nulla accade mai per caso e stasera abbiamo ascoltato una giovane promessa, in realtà già ampiamente compiuta ed in inarrestabile crescita. Elia Cecino, il pianista di stasera è nato nel 2001, comincia lo studio del pianoforte a 9 anni con Maddalena De Facci sotto la cui guida si diploma da privatista con 10 e Lode presso il conservatorio di Cesena nel 2018. Attualmente si perfeziona con Eliso Virsaladze presso la Scuola di Musica di Fiesole e con Andrzej Jasinski all’Accademia del Ridotto di Stradella.

Recentemente vincitore del 28° New Orleans International Piano Competition (USA), nel 2021 ha vinto il primo premio ai concorsi internazionali “James Mottram” di Manchester (Inghilterra) e “Ricard Viñes” di Lleida (Spagna). Si è inoltre aggiudicato importanti riconoscimenti in ambito internazionale ai concorsi Ciudad de Ferrol, Pozzoli di Seregno, Schumann di Düsseldorf.

Si è proposto da solista con orchestre tra cui la Royal Liverpool Philharmonic, Orchestra del Teatro La Fenice, Simfònica del Vallès, Sinfónica de Galicia, Düsseldorf Symphony Orchestra, Sichuan Philarmonic, Bacau Philarmonic, FVG Orchestra, Orchestra Sinfonica Città di Roma, Orchestra Vivaldi di Morbegno, Orchestra San Marco di Pordenone, collaborando con direttori quali Riccardo Frizza, Xavier Puig, Joshua Weilerstein, Paolo Paroni, Victor Pablo Pérez.

Elia dal 2014 si esibisce con continuità in recital spaziando nel repertorio presso numerose sale europee quali il Palau de la Música Catalana di Barcellona, Laeiszhalle di Amburgo, Gran Teatro La Fenice e Teatro Malibran di Venezia, Teatro Verdi di Trieste, Fazioli Concert Hall di Sacile, Teatro Municipale di Piacenza, Teatro Toniolo di Mestre, Teatro degli Industri di Grosseto, Teatro Olimpico di Vicenza, Sala dei Notari di Perugia, Sala Bianca di Palazzo Pitti di Firenze, Sala Maffeiana e Auditorium della Gran Guardia di Verona, Sala degli Affreschi della Società Umanitaria e Spazio 89 a Milano, Conservatorio di Bolzano, Centre Cultural di Terrassa, Auditori Enric Granados di Lleida, Aula de Cultura de Murcia, Gesellschaft für Musiktheater di Vienna, Schloss Wolfsburg, Norden Farm Centre for the Arts di Maidenhead, Palatul Culturii di Iași. Nel 2016 ha preso parte a un tour di concerti negli Stati Uniti.

Allo studio del repertorio solistico Elia affianca un’intensa attività cameristica in duo, trio e quintetto con archi. Nel 2020 ha collaborato con il violoncellista Mario Brunello in occasione del 250esimo anniversario della nascita di Beethoven. Il 2022 l’ha visto impegnato in progetti per quintetto con pianoforte e si è esibito in diversi contesti tra cui le Sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia e il Teatro Comunale di Monfalcone.

Questo il programma:

Chopin op. 44;

A. Skrjabin Sonata n.3 op.23;

R. Schumann 3 pezzi fantastici op. 111.

Studi Sinfonici Op. 13

Ottime esecuzioni, un programma molto impegnativo ed accattivante. Belli i tempi, il suo approccio allo strumento è di grande efficacia, i suoni limpidi e sicuri in una resa in pieno rispetto con i desiderata degli autori ma sempre svolti con personalità ed energia di chi sa di avere un ampio orizzonte da esplorare.

Tantissimo pubblico, tanti applausi meritatissimi per un successo chiaro e netto per questo ottimo pianista giovane e di grandi capacità. Bis richiesti e concessi, Chopin mazurca e Dmítrij Dmítrievič Šostakóvič prelidio e fuga. Un ottima ripresa per il 2023 scarlattiano, nonostante le peripezie di ricerca artista in buona salute di stasera…

Comunicazione mensile del Conservatorio della Svizzera italiana

CONSERVATORIO
CSI MagazineÈ online il quarto numerodel CSI Magazine, la rivista digitale mensile del Conservatorio della Svizzera italiana a cura dell’Ufficio Comunicazione. 
In evidenza gli editoriali di Christoph Brenner, Direttore generale del Conservatorio, e Barbara Widmer, Direttrice artistica (ad interim) dell’OSI, sul nuovo anno, l’intervista a Francesco Angelico per l’inaugurazione della seconda edizione di Conservatorio in Festival e molto altro.

www.csimagazine.chSWISS CHAMBER CONCERTS
SCC – VOXHOLLIGER21.01.23 ore 19:00
Aula Magna del Conservatorio, Lugano
 Sarah Wegener soprano
Felix Renggli flauto
Heinz Holliger oboe
Hanna Weinmeister, Irene Abrigo violino
Jürg Dähler viola
Daniel Haefliger violoncello

Musiche di Heinz Holliger, Wladimir Vogel, André Jolivet, Albert Moeschinger, Hans Ulrich Lehmann, Harrison Birtwistle, Richard Wagner


Biglietti
CHF 15.- ordinario
CHF 10.- AVS, AI, Lugano Card, Amici del Conservatorio
Entrata libera fino a 18 anni e studentiSCUOLA DI MUSICA
Concerto di Gala26.01.23 ore 19:00
Aula Magna del Conservatorio, Lugano
 Concerto di Gala dei Dipartimenti Scuola di Musica e Pre-College del Conservatorio della Svizzera italianaTra i momenti più significativi del percorso educativo degli allievi, e tra gli appuntamenti più amati dalle loro famiglie, ritorna il Concerto di Gala della Scuola di Musica del Conservatorio della Svizzera italiana.Il programma del concerto si articola in esibizioni degli allievi migliori, solisti o in formazione di duo, quartetto e piccoli ensemble, con brani che spaziano la vastità del panorama musicale classico. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria inviando una mail a smus@conervatorio.chSCUOLA DI MUSICA
Hall in Musica – Una campana per Ursli29.01.23 ore 11:00
LAC – Hall, Lugano
 Concerto interattivo per le famiglieDal libro di successo di Selina Chönz, illustrato da Alois Carigiet, il concerto racconta in musica la storia e le emozioni di Ursli, personaggio che da oramai 60 anni entusiasma i piccoli di tutta la Svizzera. Un racconto per capire che si può superare ogni tipo di difficoltà con determinazione e che insegna il segreto del vero successo: fare qualcosa che pensavi non avresti mai avuto il coraggio di fare senza preoccuparti del risultato.Nella versione proposta dal gruppo MusicalinsiEME del CSI, i bambini saranno protagonisti insieme a Ursli di tante avventure, partecipando attivamente alle esecuzioni vocali e strumentali dei musicisti, attraverso diversi stili ed epoche, da Grieg a Frozen, dal rock alle colonne sonore.
 Ingresso libero SCUOLA UNIVERSITARIA DI MUSICA
CONSERVATORIO IN FESTIVAL
Orchestra sinfonica del Conservatorio06.02.23 ore 20:30
LAC – Sala Teatro, Lugano
 Orchestra sinfonica della Scuola universitaria di Musica
Francesco Angelico direzione

Anton Bruckner
Sinfonia n°8 in Do minore

In anteprima il 04.02.23 nella Chiesa di Sant’Agostino a Modena per Gioventù Musicale Italiana.
**CSI Magazine**
Leggi l’intervista a Francesco Angelico sul CSI Magazine a questo LINK.
Acquisto biglietti alle casse del LAC o su www.luganolac.ch
CHF 35.- 1° categoria
CHF 20.- 2° categoria
CHF 15.- 3° categoria

Concerto al Chiatamone 21/1 ore 18.00

Ricerviamo e pubblichiamo:

Cari amici,

Sono lieto di comunicarvi il prossimo concerto sabato 21/1 ore 18.00 alla Chiesa delle Crocelle a Via Chiatamone 24,
“E.T.A. Hoffmann il visionario”
con musiche di​ R. Schumann, J. Offenbach e F.P. Tosti

Ilaria Iaquinta,​ soprano
Giacomo Serra,​ pianoforte

Chiedo gentilmente di diffondere l’evento ai vostri familiari, parenti ed amici.
Grazie per la Vostra collaborazione!

Vi lascio i miei recapiti per qualsiasi informazione.
Studio: 081/7646464 oppure 081/7643960

Cordiali saluti,
Robert Bergman Acquaviva d’Aragona

Per Associazione Alessandro Scarlatti Gabriele Carcano sostituisce Alexander Gadjiev per il concerto del 19 gennaio 2023

Riceviamo e pubblichiamo:

ASSOCIAZIONE ALESSANDRO SCARLATTI

IL CONCERTO DEL 19 GENNAIO 2023 AL TEATRO SANNAZARO ALLE ORE 20.30 SARA’ TENUTO DAL PIANISTA GABRIELE CARCANO, PER UNA IMPROVVISA INDISPOSIZIONE DI​ ALEXANDER GADJIEV

Gabriele Carcano è tra i pianisti italiani più affermati della sua generazione, vincitore di numerosi premi, ha una carriera internazionale che spazia dal recital, a concerti con orchestra, alla musica da camera. Dopo la vittoria nel 2004 del Premio Casella al Concorso “Premio Venezia” e debutta al Teatro La Fenice e al Regio di Torino. La sua carriera l’ha poi portato ad esibirsi in sale e stagioni quali la Tonhalle di Zurigo, la Salle Pleyel di Parigi, Herkulessaal di Monaco, Musashino Hall di Tokyo, Konzerthaus di Berlino, Jerusalem Theatre, Società del Quartetto di Milano, Lugano Musica, International Piano Festival al Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, Carnegie Hall di New York, Accademia di Santa Cecilia di Roma, Teatro la Pergola – Amici della Musica di Firenze, Auditorium du Louvre di Parigi, o per il Festival Radio France – Montpellier, Piano aux Jacobins di Toulouse, Festival Pao Casals, Fundacion Scherzo di Madrid, Mecklenburg-Vorpommern Festival, Rheingau Festival, Stresa Festival, ecc Nel gennaio 2010 è proclamato vincitore del Borletti Buitoni Trust Fellowship, riconoscimento prestigioso che lo inserisce tra i migliori giovani talenti della scena musicale internazionale, ottenendo un immediato invito da parte di Mitsuko Uchida al festival di Marlboro, a cui ha poi partecipato per quattro edizioni. Ha poi partecipato alle tournée di Musicians from Marlboro in città quali New York, Boston, Philadelphia, Washington DC, Toronto, Montreal. Gabriele Carcano ha suonato con orchestre quali Orchestre National de Montpellier, Orchestra da Camera di Mantova, Staatskapelle Weimar, Orchestra Verdi, Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra di Padova e del Veneto, Petruzzelli di Bari, Teatro Comunale di Bologna, collaborando con direttori come Ton Koopman, Lawrence Foster, Alain Altinoglu, Stephan Solyom, Ion Marin, Claus Peter Flor, Clemens Schuldt, Federico Maria Sardelli, Maxim Emylianichev. Eccellente camerista, lavora regolarmente con Carolin Widmann, Lorenza Borrani, Stephen Waarts, Enrico Dindo, Enrico Bronzi, Marie- Elisabeth Hecker, Quartetto Hermes, Viviane Hagner, ecc Il suo primo album, interamente dedicato a lavori giovanili di Brahms, è apparso nell’estate 2016 per l’etichetta Oehms Classics, seguito da altri due nel 2018 per Rubicon Classics: da solista con musiche di Schumann e in duo con Stephen Waarts. Le sue pubblicazioni hanno ricevuto recensioni entusiastiche Fonoforum, Sunday Telegraph, the Indipendent, Amadeus, BBC Radio 3 e per due volte il Supersonic Award dalla rivista Pizzicato. Tra il 2020 e il 2022 Gabriele Carcano ha eseguito l’integrale delle Sonate di Beethoven al Fidelio Orchestra di Londra, unendo un lavoro di approfondimento sul compositore tedesco alla sua attenzione a modi e luoghi nuovi in cui suonare e incontrare il pubblico. Oltre al ritorno in Giappone e concerti con orchestre quali il Carlo Felice di Genova in questa stagione Gabriele Carcano presenterà in una serie di concerti un programma ispirato all’Africa, che verrà presentato tra gli altri agli Amici della Musica di Firenze, Musica Insieme Bologna e Lugano Musica. Nato a Torino, inizia lo studio del pianoforte a 7 anni e si diploma con il massimo dei voti a 17 anni, al Conservatorio G. Verdi della sua città, proseguendo poi gli studi sotto la guida di Andrea Lucchesini all’Accademia di Musica di Pinerolo e di Aldo Ciccolini. Dal 2006, grazie al sostegno dell’Associazione De Sono, della Fondazione CRT e del premio Banques Populaires – Natexis, si stabilisce prima a Parigi, dove frequenta i corsi di Nicholas Angelich presso il Conservatoire National Supérieur de Musique, perfezionandosi ache con Marie Françoise Bucquet. Riceve anche i consigli di pianisti quali Leon Fleisher, Richard Goode, Mitsuko Uchida, Alfred Brendel. Dall’autunno 2015 insegna all’Accademia di Musica di Pinerolo. Gabriele Carcano è un artista Steinway.

Programma

Ludwig van Beethoven

Sonata per pianoforte in do minore, op. 13 “Patetica”

Franz Liszt/Franz Schubert

Der Müller und der Bach

Gretchen am Spinnrade

Fryderyk Chopin

Mazurka op. 41 n. 4

Mazurka op. 59 n. 2

Polonaise-Fantasie in la bemolle maggiore op. 61​

***

​ Fred Onovwerosuoke

Jali, from “Studies in African​

Rhythm”

​ Bela Bartòk

Allegro Barbaro

​ Fred Onovwerosuoke

Okoye, from “Studies in African Rhythm”

​ Claude Debussy

Children’s Corner

​ Masques

L’Ile Joyeuse

Info

Associazione Alessandro Scarlatti

Info telefono e Whatsapp: 3426351571

info@associazionescarlatti.it | www.associazionescarlatti.it

Per i TALENTI VULCANICI Chiesa di San Rocco a Chiaia il pregevole concerto Suoni da Capogiro 2023 “Le Quattro Stagioni” di Vivaldi”

Questa sera martedì 17 gennaio 2023, alle ore: 20:30 per la rassegna
TALENTI VULCANICI alla Chiesa di San Rocco a Chiaia, Riviera di Chiaia 254, Napoli il pregevole concerto
Suoni da Capogiro 2023

Concerti per Pianoforte ed Archi

“Le Quattro Stagioni” di Vivaldi

Alberto Marano, violino solista

Guido Esposito, violino I

Fabiana D’ Auria, violino II

Matteo Introna, viola

Vittorio Infermo, violoncello

Emmanuel Nolfo, contrabbasso

M° Leonardo Quadrini, clavicembalo

Referente didattico, Maurizio Pietrantonio

Un ottima prova di questi ottimi giovani musicisti ben accompagnati e guidati dai loro docenti, le stagioni sono sempre una bella esperienza ed eseguita da giovani talenti è ancora più ricca di significato ed interesse. Energia e tanto impegno, ottimi i tempi, gli attacchi e buon equilibrio tra le parti. Tanto pubblico che ha apprezzato la proposta culturale, tanti applausi meritatissimi per un successo chiaro. Bis richiesto e concesso Oblivion di Piazzolla. Serata di buona musica.